Come insegnare al vostro bambino a distinguere i colori

Lezioni con la mamma, aiuteranno a capire molte domande e spontaneamente ad imparare cose interessanti. Ad esempio i colori.

Non dovresti tralasciare alcuni fatti.

  • In primo luogo, non dobbiamo dimenticare che il bambino deve imparare a distinguere i colori a tre anni. Si tratta solo della base (verde, giallo, rosso, blu). A questa età i bambini imparano a memorizzare i colori ed anche a chiamarli.
  • In secondo luogo i bambini sono differenti .Ognuno di loro ha la sua fisiologia di sviluppo. Quindi ci sono bambini che hanno bisogno dell’aiuto dei genitori per questa materia.

Proponiamo alla vostra attenzione i nostri consigli.

Avete bisogno di:
1

Disegno

Questo è il primo e più importante modo di memorizzazione dei colori. Disegnare insieme a vostro figlio con: pastelli, pennarelli, vernice e gessetti. Questo processo di collaborazione deve essere accompagnata dalle parole della madre: «Dai con la matita verde coloriamo il prato. Ora di giallo il sole…»

Non dimenticare di lodare il bambino: «Ma che brava che hai disegnato una farfalla rossa, un fiore blu…»

Se hanno lavorato con i pennarelli, alla fine della lezione è un ottimo metodo ripetere il tema della lezione.

Abbiamo un album online, su cui è possibile disegnare direttamente sul sito. Vuoi provare? Vai a questo link.

2

Contenitori colorati

Per questa lezione avete bisogno di bicchieri colorati oppure scatolette, dove potete mettere dentro oggetti come (mollette, lampadine, tubi, ed altri oggetti colorati).

Contenitori colorati

3

Plastilina

Modellate insieme. Non insegnate solamente i colori, ma anche a sviluppare le capacità motorie delle mani.

Per cominciare, è possibile scolpire semplici figure di animali e uccelli. Poi insieme dipingete con mamma e papà un disegno. Questo sicuramente sarà interessante ed istruttivo!

Segui questo link e scopri come fare una scultura da soli di diversi colori.

4

Giocattoli

Questa non può essere chiamata una lezione. Il noioso processo di raccolta di giocattoli si trasforma in un gioco divertente.

Metti in una scatola tutti i giocattoli di colore blu! Portami per favore, tutti quelli di colore verde! Ben fatto! E ora andiamo a cercare insieme la macchinina rossa!

5

Figure geometriche

Qui è possibile imparare non solo i colori, ma anche le forme geometriche.

  1. Su un foglio disegniamo le figure e coloriamo.
  2. Da un altro foglio ritagliate le stesse figure, ma già colorate.
  3. «Trova, dove è disegnato il quadrato rosso? Metti il quadrato rosso tagliato su quello che hai disegnato! Ben fatto! E ora cerchiamo il triangolo giallo…»

Si può usare l’immaginazione e diversificare l’immagine. Ad esempio, mettiamo su un fiore giallo una farfalla dello stesso colore.

E le api operaie possono confondere il proprio secchiello: «Perché l’alveare blu sta in un secchio rosso? Correggiamo.»

Insieme correggete gli «errori» ed usate correttamente i colori. Al bambino piacerà!

Costruite con la mamma la torre variopinta con il meccano, questo è meraviglioso! «Ora costruiamo un muro di mattoni rossi, ed ora con quelli gialli – essa sarà una recinzione…»

6

Passeggiata

Nella vita quotidiana è possibile consolidare quello che già si è imparato: «Oggi ci indossiamo i pantaloni blu, trovali,e per favore anche il cappellino verde…»

Durante la passeggiata vale la pena di prestare attenzione a quella del bambino: Il cielo blu, il fiore rosso, il prato verde, la macchina bianca….

Giocate al gioco del «Trova il colore». Troviamo tutto ciò che è, ad esempio, di colore giallo. Chi troverà più oggetti?

7

I giochi

Ci sono molti giochi che aiutano il bambino a ricordare i colori. Eccone alcuni di loro.

“Semaforo magico”

Ritagliate tre cerchi colorati, come il semaforo. «Quando la luce rossa è accesa – dobbiamo stare sul posto, giallo – saltare, verde – correre!»

Per iniziare, a turno mostriamo il colore. Diciamone il nome ed a seconda del colore, facciamo l’azione corrispondente insieme al bambino. Poi si possono scambiare i ruoli.

E ricorda, questo gioco sarà cento volte più interessante se a partecipare sono anche altri ragazzi, Il papa’, la nonna etc.

“Il nostro arcobaleno”

Su un cartone grande disegniamo un arcobaleno, di cui ogni arco deve essere largo qualche centimetro. Insieme con il vostro bambino, è possibile incollare gli oggetti di un determinato colore: Figure di carta colorata, bottoni, coperture di plastica, disegni monocolore, pezzi di stoffa, etc.

Il bambino sarà entusiasta del grande lavoro svolto! Infine tutto questo collage si può appendere nella sua camera . E questa opera d’arte sorprenderà i vostri amici e conoscenti.

Il giorno del colore unico

Se si vuole insegnare i colori gradualmente ed in maniera metodica, allora vale la pena ogni giorno dedicarla a qualcuno di essi . Decora la stanza in una certa gamma di colori (palloncini, disegni, copriletto, stoviglie). Si puo fare questo anche con i vestiti.

Giochi ed esercizi sono collegati: disegnare il tulipano in un unico colore, disegnare una barca e coloratela allo stesso modo. Lasciate sicuramente che il bambino mostri i suoi lavori al padre, alla nonna. Elogiato, sarà un grande incentivo per lui continuare il lavoro in questo modo.

I giochi

I pedagogisti esperti sostengono che è meglio iniziare la pratica con il colore rosso. E ‘ luminoso, e velocemente memorizzabile.

Molti bambini considerano il colore rosso molto bello! E poi è necessario imparare : il blu, il giallo e verde. Qui è necessario costruire esercizi di contrasto. Così è più facile per i bambini!

Buona fortuna!



Se vedete un errore, per favore, evidenziate il frammento di testo e premete Ctrl+Enter.

Vi e' piaciuta l'istruzione?

0 Si No 0

Aggiungi commento

Questa email risulta già registrata. Usa il Modulo di login o inseriscine un'altra.

Hai inserito una username o una password errata

Devi effettuare il login per inserire un commento.